Campionati. Belle prestazioni delle compagini Star, ma spesso infruttuose

Se dovessimo dare un voto complessivo alle squadre Star scese in campo in questo fine settimana, sicuramente sarebbe più che positivo, sebbene l’esito finale in taluni casi sia stato avverso. Si, perché in C1 si è perso una partita immeritatamente contro i veronesi della Fondazione Bentegodi; la formazione di C2 ha impensierito non poco la capolista Leoniana Vicenza, in casa loro, meritando i complimenti degli avversari. Continua, invece, la marcia spedita in D1 e D2, dove rispettivamente Omega Star e Evolution Star si sono imposte tra le mura amiche contro Mortise e Redentore, stazionando nei piani alti della classifica.

Daniele Balduin (Tt Star C1)

Ma andiamo con ordine e partiamo dalla C1. Come detto, se la sfortuna non si fosse accanita contro i nostri alfieri, a quest’ora staremo celebrando, molto probabilmente, una importantissima vittoria. Momento chiave del match nel quinto incontro, la sfida tra Daniele Balduin e il numero uno avversario Galeotti: siamo due set a zero in favore del nostro portacolori e nel terzo parziale lo starrino guadagna due match-point sul 10-8, ma qui la dea bendata non ci assiste, anzi va in tutt’altra direzione e il veronese in evidente difficoltà rimette in campo una palla in maniera approssimativa che però va a sfiorare lo spigolino (tanti non lo hanno neppure visto). Poi l’inerzia è girata tutta dalla parte opposta, anche nel quinto e decisivo set, dove Balduin ha dato il meglio di sé, soccombendo però 14-12. Sarebbe stato un tre a zero senza storia, con lo Star avanti nel punteggio 3-2, grazie alle due perle messe a segno, in precedenza, dal sempre più convincente Andrea Marampon (vittorioso in tre set sia su Bellinzona che Tanara) e poi ancora ci saremmo portati sul 4-2, grazie al successivo punto di Marco Dal Moro su Bellinzona (3-1), potendo contare ancora sul nono match tra Balduin e il terzo giocatore avversario, decisamente a favore nostro. Invece, al nono match non si è arrivati e dopo sei sfide il risultato era di perfetta parità: tre pari. Negli confronti che sono seguiti, prima Marampon ha duellato alla pari contro Galeotti, cedendo solo al quinto e decisivo set, poi Dal Moro ha alzato bandiera bianca con Tanara in quattro set.

Alex Barbetta (StarTT)
Alex Barbetta (Star Tt C2)

Anche in C2 i nostri ragazzi hanno fatto vedere di che pasta son fatti, impensierendo l’imbattuta capolista Leoniana Vicenza: 4-2 il finale in favore dei berici. Pesano come macigni i due confronti persi al quinto set: quello in apertura di Simone Longato contro Todescato e quello di Alex Barbetta contro Simonetti. Giovanni Balduin ha vendicato successivamente Barbetta, facendo fuori Simonetti (3-1), giocando un match quasi perfetto contro il puntinaro. Anche Barbetta si è prontamente rifatto stendendo per seconda volta in tre giorni (prima in Coppa Italia) Todescato e stavolta senza concedere alcun set. Sul risultato finale ha influito anche il passaggio a vuoto di Simone Longato che per la prima volta non è entrato nel tabellino dei marcatori.

Michele Liberi, serie D1 (StarTT)
Michele Liberi (Star Tt D1)

Ottima prestazione in serie D1, dove gli Omega Star hanno rifilato un sonoro “cappotto” al Mortise: 6-0 il risultato finale. Non è servito a nulla cambiare in toto la formazione per Mortise, rispetto all’andata, anche stavolta il fanalino di coda non è riuscito a siglare neppure il punto della bandiera. Tutti e tre i giocatori dello Star sono andati in doppia marcatura: Alberto Campaci ha prevalso su Zanella (3-1) e Caccin (3-1); Simone Menara ha fatto fuori Uguaglianza (3-0) e Zanella (3-1); Michele Liberi ha superato Caccin (3-1) e Uguaglianza (3-0). Con questo successo si rimane in seconda posizione e appare quasi blindata lo zona playoff.

Anche in D2 gli Evolution Star continuano a navigare nelle alte sfere e mantengono la seconda piazza del girone C che garantirebbe l’accesso ai playoff. Nell’ultima sfida netta affermazione sul Redentore B per 5-1. Due punti a testa per Giorgio Spina (3-0 a Travaglia e Vecchione) e Alberto Businari (3-0 a Zordan e Travaglia), completa l’opera Dylan Temporin con un sigillo (3-0 a Zordan).

Sempre in D2, ma nel girone B, tornano al successo i Genius Star, al palo da tre turni. A farne le spese il Tt Vicenza, battuto nettamente 5-1. Doppiette per Alberto Battagin (3-1 a Ceroni e 3-2 a Brendolan) e Roberto Salmistraro (3-0 a Mazzaggio e 3-0 a Pigato), il cui rientro in squadra si fatto sentire. A segno anche Angelo Dimaggio (3-0 a Brendolan). Con questo successo i Genius si tolgono di dosso l’appellativo di “maglia nera”.

Nel girone A di D2 persiste in momento negativo per i Gold Star che restano fanalini di coda concedendo il lasciapassare al Buttapietra, impostosi al Paleste per 5-1. Il punto della bandiera porta la firma di Piersandro Peraro (3-1 a De Marchi), mentre Mauro Santato e Alberto Negrello vanno in bianco.

Non va meglio in serie D3, dove i Mantra Star si fanno superare dal San Martino per 4-2. Vana la doppietta di Davide Bigliotto (3-0 a Picciariello e 3-2 a Piazzon); a secco stavolta Jacopo Simbula, come pure Lorenzo Padrin.

Star Tt secondo in Coppa Italia

Bella prestazione della nostra compagine che alla fase finale della Coppa Italia regionale si è classificata al secondo posto, sfiorando la qualificazione alla finale nazionale. Artefici di questa bella cavalcata sono stati Giovanni Balduin, Alex Barbetta e Simone Menara. I tre alfieri dello Star avevano guadagnato l’accesso alla finale regionale vincendo il proprio raggruppamento di qualificazione, mettendosi alle spalle Dinamis (superato 3-0), Leoni San Marco (3-0) e Treviso (3-0). Ai quarti di finale, delle fase conclusiva regionale, nuovo 3-0 rifilato alla seconda squadra dei Leoni San Marco, successivamente il capolavoro in semifinale, con l’estromissione della Leoniana Vicenza (testa di serie numero due), battuta per 3-2. Un match vibrante che ha visto imporsi ancora una volta il doppio Barbetta/Menara (risultato alla fine imbattuto), condito dalle belle vittorie di Barbetta su Todescato (3-1) e Balduin su Lazzari (3-0). In finale i portacolori dello Star hanno dato notevole filo da torcere al favoritissimo Q4 Padova (testa di serie numero uno), uscendo sconfitti di misura: 3-2 il risultato finale in favore dei padovani. I due punti sono venuti dal solito doppio Barbetta/Menara (3-1) e dal clamoroso successo di Barbetta su Valentini (3-1). Per la cronaca il Q4 ha schierato: Balcovic, Toniato e Valentini. Alla fine un prestigioso secondo posto, con qualche rimpianto per non aver raggiunto quella qualificazione tricolore, mai così vicina vicina.

Weekend nero per le squadre Star

Andrea Marampon (Tt Star): tripletta in C1

Una settimana da dimenticare per tutte le compagini dello Star che sono uscite sconfitte in tutti gli incontri disputati. Dalla serie C1 alla D3 solo pollice verso. In C1 sconfitta pesantissima, in chiave salvezza, a Buttapietra, dove tre ore di gara hanno decretato la sconfitta di misura (5-4) dei nostri portacolori. Unica consolazione la prestazione super di Andrea Marampon, autore di una tripletta. Un punto l’ha messo a segno pure Marco Dal Moro, mentre Daniele Balduin proprio stavolta non è andato a segno.

Anche in C2 brutta sconfitta in quel di Vicenza: un 6-0, ma con attenuanti. Si, perché la formazione Star era orfana del numero uno (Longato) e Alex Barbetta è sceso in campo in condizioni veramente precarie a causa di un problema alla schiena, con il risultato che anche Giovanni Balduin non è riuscito ad esprimersi ai suoi livelli. Buona prova, invece, del debuttante Venicio Orlando, nonostante le sconfitte preventivabili.

Nello scontro al vertice di D1 lo Star Omega esce sconfitto ad opera del Camisano, ora al comando solitario della classifica: 5-1 il finale in favore dei vicentini. Simone Menara ha firmato il punto della bandiera, mentre Alberto Campaci è stato ad un passo dal clamoroso successo contro il fortissimo imbattuto Giosuè Sella (nove vittorie, per 3-0, all’attivo): da mordersi i denti per aver perso la lucidità quando era avanti 5-2, nel quinto e decisivo set. Niente da fare anche per Michele Liberi, pure lui a secco.

In serie D2 tre squadre in campo e altrettante sconfitte. Nel girone C gli Evolution Star soccombono, a Padova, nello scontro diretto al vertice della classifica e abbandonano la vetta: prevale il Q4 Padova per 5-1. Giorgio Spina è l’unico ad andare a segno, siglando il punto della bandiera, mentre Alberto Businari e Dylan Temporin restano al palo. Nel girone A i Gold Star si fanno superare in casa dal Bentegodi Verona per 4-2. Siglano un punto a testa Piersandro Peraro e Mauro Santato, mentre Flavio Paiuscato va in bianco. Non va meglio ai Genius Star (girone B) che a Vicenza subiscono un altro 4-2 dalla Leoniana. I due ininfluenti punti sono stati messi a segno da Alberto Battagin e Angelo Dimaggio, mentre va segnalato il rientro in campo di Davide Magrin.

Sconfitta casalinga anche in D3, dove lo Star Mantra si è fatto superare dai Leoni San Marco Mira per 4-2. A segno ancora una volta Jacopo Simbula che firma il suo terzo personale stagionale (non male per un debuttante). Un centro anche per Alberto Negrello, mentre Leonardo Guglielmi e Lorenzo Padrin non hanno iscritto il proprio nome nel tabellino dei marcatori.

Balduin quarto al regionale under 17

Giovanni Balduin
Giovanni Balduin 4° class. under 17

Ottimo quarto posto per Giovanni Balduin che al primo torneo regionale under 17, valido per la qualificazione ai campionati italiani, si classifica al quarto posto. Una gara ben condotta dal nostro portacolori che ha dominato il proprio girone di qualificazione, mettendo ko Forin e Ceola (entrambi 3-0), guadagnando così l’accesso al tabellone principale. Primo turno del tabellone convincente con il successo sul trevigiano Gambarotto (3-1) e superlativa la prestazione nei quarti di finale contro la Pellizzon, nettamente domata tre set a zero. Successo che lo ha proiettato in semifinale contro il favorito Cipriano. Una semifinale vinta dal veneziano, ma con alcuni sprazzi giocati alla pari. Nella finalina per il terzo e quarto posto Balduin ha ceduto, in quattro set, al favorito Scucchiaro. Anche nella categoria superiore (under 19) il nostro alfiere si è distinto, superando il girone eliminatorio per secondo e soccombendo solo al termine del quinto set contro la testa di serie del girone (Traldi). Nel tabellone principale si è arreso, ai quarti, contro il sarmeolese Melnic.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com