Balduin superstar domina a Latisana, Lorenzato bronzo ai veneti U19

Daniele Balduin (Star Tt), trionfatore all’Open di Latisana nell’assoluto

Per una volta i titoli vanno a Balduin, ma non parliamo di Giovanni che di menzioni ne ha avute innumerevoli (P.S. tutti auspicano il suo rientro alle competizioni n.d.r.), stavolta gli onori della cronaca spettano al papà Daniele che ha letteralmente sbaragliato il campo all’Open interregionale di Latisana nel singolare assoluto. Si è guadagnato l’accesso al tabellone finale vincendo il proprio girone preliminare, dopo aver battuto Zuglian, Severi e De Bernardinis senza perdere nemmeno un set.

Daniele Balduin (Star Tt), medaglia d’oro a Latisana

Nel tabellone di merito, da autentico outsider, ha fatto fuori dapprima Bianchi (3-0), poi ha superato Stibiel (ancora un 3-0) ed in semifinale ha avuto la meglio sul più noto e quotato Infantolino in quattro set (3-1), conquistando la finale, una finale che non assaporava da diversi anni. L’ultimo atto l’ha visto contrapposto al favoritissimo Zorzit, il promettente diciassettenne della Pol. Treviso che metteva sul piatto della bilancia i suoi quasi 10500 punti. Finale al cardiopalma che ha visto subito lo starrino partire a mille e scappare avanti due set, prima di subire il veemente recupero del giovane trevigiano che riesce ad impattare il conto dei set (due pari). Nel quinto e decisivo parziale tutti si aspettano l’inesorabile declino fisico di Balduin che invece riesce a sovvertire ogni pronostico e a far valere tutta la sua esperienza, riuscendo a spuntarla al fotofinish (11-9). Un successo che mette in evidenza quanto l’allenamento, la perseveranza, la dedizione e la forza di volontà alla fine paghino sempre, un esempio per i tanti giovani, al più smarriti in tutt’altre inutili faccende…imparate giovani!!!

Nella stessa gara piccola delusione per Roberto De Battisti che si deve accontentare del quinto posto finale. Testa di serie numero due del torneo, ha vinto agevolmente il girone preliminare dopo aver steso Olivo e Panozzo per 3-0. Superato il primo turno con il pass, ha alzato bandiera bianca contro il veterano Infantolino (3-0). Non una eccellente prestazione per il nostro portacolori che ci aveva abituato a ripetuti prestigiosi risultati e successi. Unica soddisfazione vedere il compagno (Balduin) vendicarsi e vincere contro lo stesso triestino che l’ha estromesso dal torneo.

Buon risultato anche per Giorgio Spina, sempre a Latisana, che nel singolare “over 2500” si è classificato al sesto posto. Superato il girone di qualificazione con tre successi su tre (3-0 a Chiaradia, 3-1 a Di Giusto e 3-2 a Nedoruban), nel tabellone ha vinto contro Guarino (3-0), prima di arrendersi contro Dapretto, dopo una interminabile battaglia durata cinque set.

Alberto Lorenzato (Star Tt), medaglia di bronzo ai campionati veneti U19

Brillante prestazione di Alberto Lorenzato che ai campionati veneti Under 19 ha guadagnato una prestigiosa medaglia di bronzo. É salito sul terzo gradino del podio grazie ai successi su Gambarotto (3-1) e Pengo (3-1), battuto solamente dai primi due della classe.

Per Lorenzato si tratta del primo risultato che conta, frutto del buon lavoro svolto sin qui, avvalorato ancor più considerando che si è avvicinato al tennistavolo solo da pochi mesi.

Oro, argento e bronzo ai campionati veneti per i colori Star

Una edizione dei campionati veneti superlativa per i colori dello Star che domenica, a Mortise, ha visto salire per ben tre volte i suoi portacolori sul podio: sul gradino più alto del podio sono saliti Roberto De Battisti e Mattia Zandonà che hanno messo sul collo la medaglia d’oro dopo aver vinto il doppio 4a categoria; poi un argento e un bronzo guadagnati nel singolare 4a categoria, rispettivamente ancora con Zandonà e De Battisti.

Roberto De Battisti e Mattia Zandonà campioni veneti nel doppio

Il trionfo del tandem De Battisti/Zandonà si è concretizzato strada facendo, anche se un pensierino al successo lo nutrivano fin dall’inizio, essendo accreditati della testa di serie numero uno. Il percorso è stato, comunque, impegnativo fin dai quarti di finale, dove si sono sbarazzati dell’inedito duo vicentino Bergamin/Simeone recuperando lo svantaggio iniziale, per poi chiudere a proprio favore il match in quattro set (3-1). La semifinale è stata altrettanto ostica, contro la sempreverde e ultra-collaudata coppia Renso/Mocellin, anche qui il match si è risolto in quattro set (3-1). In finale, a dare battaglia al duo starrino è approdato l’altrettanto inedito doppio di Camisano, composto da Sella (Giosuè) e Paccagnan. Una finale molto combattuta che si è risolta solo ai vantaggi del quinto e decisivo set in favore degli atestini (13-11).

Mattia Zandonà 2° class. e Roberto De Battisti 3° class.

Il singolare ci ha regalato altre soddisfazioni grazie a Zandonà e De Battisti, entrambi sul podio, rispettivamente con il secondo e il terzo posto. Tutti e due hanno superato agevolmente il girone di qualificazione: Zandonà ha regolato Sartori (3-1), Buonamano (3-0) e Mocellin (3-1); mentre De Battisti si è sbarazzato di Simeone (3-1) e De Rosa (3-0). I gironi preliminari hanno visto premiati e passare il turno anche Simone Longato e Daniele Balduin, entrambi per secondi, mentre non ce l’ha fatta Marco Dal Moro (terzo, nonostante la bella affermazione su Toniolo). Il tabellone finale non ha certo favorito i colori dello Star, dato che tutti e quattro i qualificati si sono ritrovati nella parte alta del tabellone, con conseguenti inevitabili sfide fratricide. A cominciare dal secondo turno dove si sono scontrati De Battisti e Longato, con il primo che l’ha spuntata solamente al termine del quinto set. Nel frattempo ha proseguito la corsa Zandonà che ha fatto fuori Lincetto (3-1), mentre si è arreso Balduin, fermato da Bregolato (3-1). Nel turno successivo facili i successi di De Battisti su Giri (3-0) e Zandonà su Bregolato (3-0), peccato solo che i nostri due alfieri superstiti, subito dopo, si siano trovati uno contro l’altro in semifinale. Semifinale dalle due facce: una prima parte con De Battisti a condurre le danze e portarsi in vantaggio per due set a zero, poi il lento ed inesorabile calo di energia e di adrenalina che, al contrario, è andata aumentando per Zandonà, il quale ritrovando fiducia e grinta si è aggiudicato il match al quinto set. Cinque set che hanno probabilmente inciso profondamente sul fisico e la mente di Zandonà che in finale si è arreso in soli tre set al bravo Marampon (ex starrino) che con il 3-0 rifilato in semifinale a Paccagnan e il 3-0 della finale conferisce pieno merito al titolo conquistato.

La formazione di C1 chiude il campionato con una sonante vittoria, quarto posto finale. Nel CSI si chiude con la piazza d’onore

Star Tt Este (serie C1), chiude al quarto posto

Si chiude il sipario anche nei campionati nazionali e la nostra formazione regina, militante in serie C1, si congeda con una schiacciante vittoria ai danni del malconcio San Marino: 5-0 il risultato finale. Una vittoria che consente alla nostra formazione di terminare il campionato al quarto posto, scavalcando proprio in extremis i sammarinesi grazie al vantaggio nei confronti diretti. Un piazzamento senza dubbio più che positivo per una neopromossa, considerando addirittura che in alcuni tratti della stagione si era ridosso dei leader. Il match è stato a senso, agevolati anche dalle precarie condizioni di uno dei titolari (Vannucci) che non era al meglio della condizione e così Roberto De Battisti ha fatto doppietta (3-1 a Tentoni e 3-0 a Vannucci), ben coadiuvato dai compagni che sono andati tutti a segno: Simone Longato (3-0 a Vannucci), Daniele Balduin (3-0 a Berardi) e compreso pure Mattia Zandonà, al rientro in una categoria a lui più consona (3-0 a Berardi).

Campionato provinciale Csi: secondi classificati

Si è concluso anche il campionato a squadre del Csi, dove il nostro team ha guadagnato le “Final four”, per chiudere poi con un bel secondo posto. Stendendo un velo pietoso sulla formula adottata solo per le finali, dopo un campionato intero giocato con altra formula (solo al Csi si può assistere a queste variazioni di regolamento n.d.r.), nella semifinale successo dei nostri portacolori per 2-0 sul San Martino Piove di Sacco, con il doppio Spina/Orlando a segno e Businari a chiudedre le ostilità (3-2 a Piazzon). In finale Sarmeola è risultato più forte e si è aggiudicato il titolo provinciale, superando i nostri per 2-0.

La C1 perde contro il leader Bologna che vince il campionato. La squadra Csi guadagna le “Final four”

Formazione Star (Serie C1)

La Maior Bologna si giocava la promozione matematica con una giornata d’anticipo dal termine del campionato e per l’occasione ha schierato la formazione più forte, convocando pure lo spagnolo Salgado, ancora imbattuto. Ne è scaturita una netta vittoria per i bolognesi (5-1) che hanno così brindato alla promozione anticipata, concedendo solo il punto della bandiera ai nostri portacolori. Ma la delusione del risultato, in favore dei felsinei, è stata mitigata dalle notizie provenienti da San Marino, dove i padroni di casa hanno battuto Senigallia, decretando anzitempo anche la matematica salvezza dello Star.

La partita era iniziata nel miglior modo, con il vantaggio Star siglato da Roberto De Battisti, vittorioso sulla giovane promessa emiliana Salicetti per 3-1. Ma l’illusione è durata ben poco perchè lo spagnolo Salgado ha raddrizzato subito le sorti del match, dominando un impotente Daniele Balduin (3-0). Subito dopo Bologna ribalta il risultato, portandosi in vantaggio grazie a Casini che si è imposto nettamente su Simone Longato in tre set (3-0). L’allungo dei padroni di casa porta la firma, ancora una volta, dello spagnolo Salgado che liquida De Battisti (3-0). Le speranze starrine si affievoliscono ulteriormente quando Longato perde la sfida contro il bravo quindicenne Salicetti (3-1), complice pure la sfortuna in diverse circostanze. Il sipario cala definitivamente dopo che Balduin si fa imbambolare dal sub entrato Maida (3-1).

In settimana si è giocato il quarto di finale del campionato Csi, dove la compagine Star è andata a giocarsi l’accesso alle “Final four”, contro il Q4 Padova Alfa. Vittoria strameritata dei nostri portacolori per 4-1 che così sabato prossimo (20 aprile p.v., a Mortise) andranno a caccia del titolo provinciale. Sono andati a segno: Giorgio Spina su Bajura (3-2); Alberto Businari su Esposito (3-0); Venicio Orlando su Cavallin (3-1) e il doppio Spina/Orlando su Bajura/Esposito (3-0). Il punto della bandiera padovano è stato siglato da Bajura (3-0 a Businari).

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com