Lo Star sbanca tutto al torneo di Nove

Nella seconda prova regionale di 5a categoria i nostri portacolori trionfano sia nel singolare che nel doppio, senza contare anche i due bronzi nelle rispettive gare.

Alex Barbetta 1° class. e Giovanni Balduin 3° class.

“Grande show”, come suole spesso apostrofare Alex Barbetta, a Nove, ma stavolta il riferimento è proprio a lui indirizzato, perché è riuscito nell’intento di trionfare nel singolare 5a categoria, cogliendo un prestigioso risultato. Del resto è da qualche tempo che il portacolori starrino sfodera prestazioni super, dimostrando di attraversare, forse, la migliore condizione di forma di sempre. Secondo copione, essendo anche la testa di serie numero uno del torneo, supera brillantemente il girone mettendo ko David (3-1) e Rizzi (3-0). Ma è nel tabellone finale che da il meglio di sé: nel primo turno beneficia del pass; nel secondo turno stende il temuto Pegoraro (che in precedenza aveva estromesso il quotato C. Lazzari) senza concedere nemmeno un set all’avversario; si ripete con identico punteggio, ai quarti di finale, contro il valido Abis che diviene un mero spettatore di fronte alle sue prodezze, approdando così in semifinale. Semifinale che purtroppo vede opposte le nostre due promesse, Barbetta appunto e Giovanni Balduin. Ne scaturisce una semifinale altamente spettacolare, con i due compagni di squadra che non si sono risparmiati e non poteva che finire al quinto set, dove stavolta a spuntarla è stato proprio Alex. Vittoria che gli ha spalancato le porte della finale contro il forte Larentis. Una finale ben giocata da Barbetta che, a dispetto anche dei crampi, si è aggiudicato con grande autorevolezza in quattro set.

Si è detto di Giovanni Balduin, ottimo terzo e costretto ad alzare bandiera solo al cospetto del compagno, ma anche lui è stato artefice di una buonissima prestazione. Superato il girone eliminatorio a punteggio pieno, seppure con qualche difficoltà (3-2 a Businaro e Viviani, poi 3-1 a Beggio), nel primo turno ha beneficiato anche lui del pass, per poi faticare più del previsto contro Tasca (ancora un 3-2). Ai quarti di finale si è imposto in quattro set (3-1) contro Lazzari Jr, raggiungendo così in semifinale il “compare” Barbetta.

Hanno gareggiato anche Michele Liberi e Simone Menara, purtroppo opposti nel medesimo girone eliminatorio, con il primo che l’ha spuntata a discapito del compagno, costretto ad uscire prematuramente. Ma il percorso di Liberi nel tabellone di merito si è arrestato presto, costretto a soccombere al primo turno contro Bogdanovic.

Nel doppio Liberi/Menara 1^ class. e Balduin/Barbetta 3^ class.

Michele Liberi e Simone Menara che in precedenza si erano presi la grande soddisfazione di trionfare nel doppio, cogliendo la loro prima prestigiosa affermazione a livello regionale. Un trionfo più che meritato, come testimoniano i risultati: tutti 3-0 nell’ordine a Tasca/Tapparello, Beggio/Businaro, Tamiazzo/David e un unico set concesso in finale a Lazzari/Lazzari. Un doppio che ha portato ai colori dello Star anche un’altra medaglia, quella del terzo posto colto dal duo Giovanni Balduin/Alex Barbetta.

Il giorno prima si è svolto il 6a categoria, dovi vi hanno preso parte anche i nostri Alberto Businari, Giorgio Spina e Dylan Temporin. Hanno superato le eliminatorie Businari e Spina, aggiudicandosi i rispettivi gironi a punteggio pieno. Nel tabellone finale Businari è approdato agli ottavi di finale, arrendendosi a Ravaziol (3-1), mentre Spina è capitolato nei sedicesimi contro Ferracioli, ma solo dopo cinque interminabili set.

Quattro podi Star al torneo regionale di Este

Ottimi risultati per i colori Star al torneo regionale “Over 1000”, organizzato proprio dal nostro sodalizio, con la consueta splendida cornice del Paleste.

Simone Longato, StarTT, Tennistavolo
Simone Longato (StarTT) – Secondo class.

Strepitoso il secondo posto conquistato da Simone Longato nel singolare, dopo diversi anni che non si cimentava nei tornei. Per lui si è trattato di una splendida cavalcata, turno dopo turno, dopo aver dominato il girone eliminatorio rifilando sonore sconfitte a tutti gli avversari (3-0 a Toniolo e Milan). Nel tabellone di merito il primo a farne le spese è il veneziano Ravaziol, a cui non concede alcun set; il primo a strappargli un set, nel turno successivo è il vicentino Bogdanovic che però si deve arrendere “beccando” al quarto un pesantissimo 11-1. Ai quarti di finale si aggiudica il primo derby contro il comunque bravo Andrea Marampon, costretto a capitolare (3-0) all’odiato puntino di Simone. In semifinale ancora un derby, stavolta con Daniele Balduin (reduce dal sudatissimo confronto vinto 3-2 contro Simonato). Anche qui grande battaglia, con Longato che si impone ancora una volta al quinto set contro il compagno di squadra, offrendo grande spettacolo ai presenti. In finale tanta recriminazione per il nostro alfiere che recuperato lo svantaggio di due set a zero al vicentino Broccardo, parte malissimo nel quinto decisivo set (0-6), ma è bravo a recuperare punto su punto, fino al 10-9, dove sbaglia decisamente tipo di servizio, concedendo al vicentino di partire subito mettendo fine alle ostilità.

Quindi un bel podio con il secondo e terzo posto di Longato e Baduin Sr., ma non sono da meno le prestazioni di tanti altri nostri portacolori che hanno offerto prove più che positive. Di Andrea Marampon abbiamo già detto, costretto alla resa nella sfida fratricida, agli ottavi è approdato Alex Barbetta che conferma il suo stato di grazia; come pure non si può dir male di Giovanni Balduin che ha alzato bandiera bianca contro Abis, ma solo dopo aver lottato per cinque set, fino all’11-9 finale. Bravi anche Michele Liberi e Flavio Paiuscato che sono riusciti nell’intento di entrare nel tabellone finale. Meritava sicuramente di entrarci anche Alberto Campaci che nell’ultima sfida decisiva del girone ha avuto ben tre match-ball con il forte Bogdanovic, dimostrando, se ve ne fosse ancora il dubbio, che può competere ad alti livelli. Non da meno Simone Menara che nel girone di qualificazione ha dato notevole filo da taorcere ai più quotati Abis e Larentis.

Anche il doppio ha regalato soddisfazioni ai colori Star, per merito soprattutto del duo Campaci/Longato, bravi nei quarti di finale, a prevalere sull’altra coppia Star Marampon/Balduin Sr. (testa di serie numero uno) in quattro set. Si sono poi ripetuti in semifinale contro l’esperta coppia vicentina Broccardo/Zannoni, a cui non hanno concesso neppure un set, conquistando un’inaspettata finale. Finale che li ha visti opposti al tandem Cocco/Bergamin, una coppia ben assortita contro la quale i nostri atleti hanno dato battaglia fino all’ultimo, arrendendosi solo al termine del quinto e decisivo set. Ma non è finita qua, perché un altro doppio dello star è salito sul podio, si tratta del duo Barbetta/Balduin Jr. che sono saliti sul terzo gradino, sconfitti solo dalla coppia che poi è risultata vincitrice.

Campionati. L’ultimo turno dell’anno sorride alla C2

Prima della sosta natalizia si è giocato l’ultimo turno che ha segnato il giro di boa per i campionati di C1 e C2, mentre per tutte le altre categorie si è trattato della seconda giornata di ritorno. A sorridere, in casa Star, è soprattutto la compagine di C2 che è andata a prendersi i due punti in quel di Rovigo, mentre si è confermato proibitivo il turno in C1, in casa del capolista Sarmeola.

Roberto De Battisti (C2 StarTT)
Roberto De Battisti (C2 StarTT). Decisivo al rientro

Per i ragazzi della C2 l’imperativo era vincere e grazie anche al rientro di Roberto De Battisti (una doppietta per lui) l’obiettivo è stato centrato. Determinante l’uno-due iniziale dei nostri alfieri, grazie al fondamentale successo di Alex Barbetta su Cavestro per 3-2 e deciso solo ai vantaggi del quinto set, dopo un grande recupero del giovane estense. Il raddoppio di De Battisti è stata ordinaria amministrazione contro il pur volenteroso Ferrari (3-0). Peccato per Giovanni Balduin che nella terza sfida soccombe di misura, al quinto set, contro Bedendo dopo aver rimontato dallo 0-2 iniziale. Il terzo punto porta la firma ancora di De Battisti che in relativa scioltezza regola Cavestro (3-1). Bedendo non ci sta e accorcia ancora le distanze prevalendo, ancora una volta al fotofinish, su Barbetta che si arrende solo 13-11 al quinto. A siglare il punto del definitivo successo è Giò Balduin che con grande autorevolezza prevale contro Ferrari senza concedere alcun set.

É andato tutto secondo copione in C1, dove la corazzata dell’imbattuto Sarmeola ha prevalso nettamente sui nostri per 5-0. Incontro a senso unico, dove solo Andrea Marampon e Daniele Balduin sono riusciti solamente a strappare un set a Mazza, mentre Marco Dal Moro si è dovuto arrendere nell’unico incontro disputato contro l’extraterrestre Marcato.

In D1 c’era in palio un bel mattoncino per il secondo posto finale, dato che l’Aurora Camisano fa campionato a sè al vertice, imbattuto. Purtroppo i nostri portacolori non sono riusciti nell’impresa di espugnare in campo del Tt Nove, cedendo onorevolmente 4-2. Ad andare segno, una volta ciascuno, sono stati Alberto Campaci e Simone Menara su Cocco (rispettivamente 3-2 e 3-1), mentre Michele Liberi è rimasto all’asciutto.

In D2 gli Evolution Star conquistano un importantissimo pareggio (3-3) in casa del Sarmeola, tenendo dietro i rivali che contendono ai nostri il secondo posto. Pareggio che ha messo in evidenza ancora una volta Alberto Businari, autore di una doppietta (3-0 a Tauro e Melnic Jr.); valido anche il punto messo a segno da Dylan Temporin contro lo stesso Tauro (3-1), mentre Giorgio Spina questa volta è andato in bianco.

Niente da fare anche per i Genius Star che nel girone B di D2 si sono arresi in quel di Nove per 4-2. Vani i punti incamerati da Davide Bigliotto su Tapparello (3-1) e Roberto Salmistraro su Dalla Fina (3-1), insufficienti dato che Angelo Dimaggio è rimasto al palo.

Buone feste da tutto lo STAR TT

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com